06 ott 2009

Necessarie le grandi penitenze?



Necessarie le grandi penitenze?


Non dovremmo disarmarci quando ci accorgiamo
che vi sono moltissime occasioni in cui potremmo,
molto bene praticare la mortificazione, e non lo facciamo.
E' molto meglio mangiare, a colazione, due uova e
riconoscere -Come sono mortificato!-, che mangiarne
uno solo e fantasticare quanto poco manchi alla nostra
canonizzazione...
Onestà è un altro nome dell' umiltà, e se voi siete
soltanto onesto, molto probabilmente diventerete
così vergognoso di voi stesso, che raggiungerete la
mortificazione e delle uova farete senza del tutto...
Il possesso di sè non è necessariamente connesso
con le austerità corporali.
Ciò che è chiesto è il soggiogare lo spirito; il corpo
non conta.
Ma se il corpo mette in questo difficoltà
e impedimento, allora dobbiamo
ridurlo in servitù.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...