31 dic 2009

Riflessioni di principio anno

Sarebbe bene per tutti noi, al principio dell'anno, gettare con calma uno sguardo


sull'anno trascorso : ciò che è più importante per me è conoscere l'opinione che Dio


ha di me. Cosa devo imparare dall'anno vecchio? Sono soddisfatto del suo ricordo?


...Nostro Signore dice:- Che cosa avete fatto per me l'anno passato?


Avete cercato di superare voi stessi? Di aiutare gli altri?


Siete divenuti migliori?


Quanto tempo avete perduto in fantasie inutili?-...


Confrontatevi con nostro Signore e vedrete a che punto siete.


Quali erano le vostre speranze e i vostri timori al principio dell'anno scorso?


Quante pene temute si sono realizzate?


Quanto tempo avete dato alla preoccupazione di pene che non sono giunte?


Padre Daniel Considine
Auguro a tutti un anno di pace e di affidamento gioioso nelle mani di Dio!
Antonella

La nostra mano in quella di Dio...

Dovremmo attraversare il mondo tenendo la mano in Dio: vi sono molte sofferenze da sopportare in questa vita; ma la pena può trasformarsi in gioia; invece di una pena sarà un piacere se teniamo la nostra mano in quella di Dio. La mortificazione stessa diventa allora soave...

Le sofferenze che ho io le ha avute anche Lui, per esempio la monotonia. per anni ed anni fu un semplice falegname...Se trovate la vita penosa, diteglielo. Se soffrite e non potete pregare e ve ne dispiace, diteglielo. Questa è preghiera. Se credete di farlo con le vostre forze, non vi riuscirete mai. Ma se affrontate la vita tenendo la sua mano,

l'amore renderà facile ogni cosa.

P. D. Considine

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...