05 mar 2012

La paura di soffrire non è infedeltà

La paura di soffrire non è infedeltà


Taluni pensano che i santi bevano il calice del dolore come una dolce bevanda.

E' un errore. Finanche il Signore indietreggiò dinnanzi al martirio che gli fu presentato, e lo sforzo della volontà fu così forte che tutto il suo corpo fu bagnato di sangue. Cominciò a tremare. Lo spavento prese possesso di Lui, perchè Egli lo permise. Era pallido e i brividi squassavano il suo corpo. Non c'è niente di così terribile come il vedere un uomo in preda al terrore. sarebbe parso impossibile che il nostro Signore dovesse aver sentito tanto spavento. Se,con grande riverenza, potessimo guardarlo come si umilia per amor nostro! Impariamo da questo che avere paura di soffrire non è un indice d'infedeltà al Signore.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...