06 lug 2012

ATEO? NON PIU'

ATEO? NON PIU'

Risale a pochi anni orsono la notizia dell'abbandono dell'ateismo da parte dell'ateo "più famoso del mondo". Per il celebre filosofo della scienza inglese Antony Flew l'origine della vita e l'esistenza dell'uomo sulla terra non si spiegano solo con la biologia. Ci vuole di più:


Era conosciuto come l'ateo più famoso del mondo, autore di un'opera monumentale, intitolata "God and Philosophy" (Dio e la filosofia - 1966) sulla quale si sono formati i cultori dell'ateismo delle ultime generazioni.

Ma lo scorso anno ha pubblicato "There is a God" ("C'è un Dio") e con questo ha definitivamente abiurato il suo passato di ateo convinto. Che cosa gli ha fatto cambiare idea? Semplicemente un uso più intelligente della ragione umana.

Infatti, è davvero cosa di buon senso pensare che "ci deve essere stata un'intelligenza dietro la complessità integrata dell'universo fisico" (Avvenire del 6/12/2007) e la constatazione che "l'origine della vita e la riproduzione non possono essere semplicemente spiegate da un punto di vista biologico" (ibidem).

Non solo. Allo studioso "Pare sempre meno plausibile che un brodo chimico abbia potuto generare in maniera magica il codice genetico".

Come si vede, qui siamo all'applicazione della logica più elementare e dunque più ferrea. E allora? E allora bisogna onedstamente ammettere l'esistenza di un Creatore: "E' stata la stessa evidenza che mi ha condotto a questa conclusione", ha dichiarato Flew (ibidem). Che sta ora "studiando" il Cristianesimo". Speriamo che vi approdi, aggiungiamo noi.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...