03 dic 2016

Lo Spirito Santo “non è un parente povero nella Trinità

Lo Spirito Santo “non è un parente povero nella Trinità”, tantomeno un semplice “modo di agire di Dio” o, come pensavano gli stoici, “una energia o un fluido che pervade l’universo”. Non è neppure la “terza persona singolare” della Trinità, quanto piuttosto “la prima persona plurale”; l’amore, come diceva Sant’Agostino, che tiene uniti “il Padre che ama” e “il Figlio l’amato”....
“Che vita dà lo Spirito Santo?”, domanda, “da la vita divina, la vita di Cristo. Una vita super-naturale, non una super-vita naturale; crea l’uomo nuovo, non il superuomo di Nietzsche ‘gonfio di vita’”. E “dove la dà questa vita?”. Nel Battesimo, presentato come un “rinascere dallo Spirito”, “nei sacramenti, nella parola di Dio, nella preghiera, nella fede, nella sofferenza accettata in unione con Cristo”.
per leggere tutto cljcca....QUI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...