Fernando Rielo













Sono un poema scritto da Lui, e che Lui continua a scrivere.

Non è ancora terminato. Con quanto ardore aspetto che scriva ormai il suo ultimo verso!



"Qualsiasi origine diversa dalla carità è un assurdo nella vita apostolica: si ridurrebbe a proselitismo, proprio delle ideologie. La stessa santità, senza l'amore, sarebbe, chiusa in se stessa, nozione vuota. Si deve a questa vacuità il fatto che la vita apostolica di molti sia un insuccesso: non convertono anime, soltanto fanno cose".



Fernando Rielo

“Lo sforzo dell’amore è condizione indispensabile perché voi

riceviate il mistico frutto che vi guiderà, di grazia in grazia alle

più alte cime della santità. Questo è solo possibile se fate come

Maria quello che lei fece: osservare la terra dal cielo più che il cielo

dalla terra”.



Tutti possono esser poeti religiosi, pochi, anzi solo alcuni, possono essere poeti mistici.



Perchè le Chiese abbiano sempre preferito il poeta religioso al mistico, è una questione a parte : il poeta religioso suole essere disciplinato e ortodosso;il mistico, chi può saperlo? Il mistico reclama la sua libertà con più veemenza del religioso e, non trovandola fuori di sè, la ricerca e la trova nell'esercizio di una relazione intima con Dio.



Il mistico ha sempre inciampato in gravi difficoltà espressive. Ciò che gli accade, ciò che egli fa, non somiglia a nulla, ed è proprio mell'esercizio di ricerca delle somiglianze che raggiunge la sua eccellenza, cioè nell'esercizio letterario....

Gonzalo Torrente Ballester



Salamnca , 20 gennaio 1994


...L'Eucarestia sparge nel nostro corpo e nel nostro sangue il seme

della sua resurrezione...L'Eucarestia è la legge della contemplazione...



Il bambino è il centro immutabile di me stesso, mentre la mia carne invecchia. Muore l'anziano, mentre il suo bambino è quello che va, che esce, che vola



Fernando Rielo


Sono un innamorato di tutte le arti, soprattutto dell'intelligenza creativa degli esseri umani.



Fernado Rielo





Sono un uomo di sentieri nei quali il silenzio si impone al sottile suono delle foglie e degli uccellini. Questa solitudine in viaggio è, nel mio animo, l'orizzonte di un dialogo divino che oltrepassa le frontiere di questo mondo e mi lascia come mendicante assorto davanti alle muraglie della celeste città eterna.





tratto da : Fernando Rielo: un dialogo a tre voci





COPYRIGHT FUNDACIO'N FERNANDO RIELO



COSTANTINA ( SEVILLA)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...